Usa la forza, Luke

Usa la forza, Luke

Com'è la vostra giornata in ufficio? Solita routine?
Telefono assassino che squilla a oltranza, palpebre aperte grazie a due pezzi di scotch, miliardi di caffè che immancabilmente attentano alla vostra camicia bianca? Avete anche voi la collega  con manie di protagonismo che parla velocissimo?
Si, ho detto collega, ora – per par condicio – recupero e dico che può essere anche un collega e includo anche i gay, che tra l'altro spesso riescono a parlare molto più velocemente delle donne.
Ho recuperato? Sono “politically correct”?
Tornando al dunque, ovviamente si trattava di domande retoriche, soprattutto l'ultima. Tutti hanno il/la collega che stordisce vomitando parole a profusione su tematiche del tutto inutili.
Questo sicuramente non è il vostro problema fondamentale e magari quel/la collega vi sta pure simpatico/a,  e di certo è più sopportabile della tipologia “arrivista/lecchino del capo”.
Tuttavia, ci sono delle giornate dove quel flusso violento di parole – con la complicità di una nottata movimentata e non voglio sapere le ragioni – potrebbe provocarvi un raptus. E allora come evitare un'accusa schiacciante di tentato omicidio? O nel più felice dei casi, se proprio siete molto pacati e mai nulla vi condurrebbe al crimine, come sopravvivere?
Oggi spenderò le mie energie nella profusione di consigli per risolvervi questo problemuccio.
Strategia numero 1
Solo per i più coraggiosi e diplomatici. Se non temete future incrinature di rapporti e credete che il/la collega non sia eccessivamente suscettibile potreste semplicemente dire: “scusami, oggi sono  così stanco da non riuscire a seguire i tuoi discorsi. Però sono certo che siano molto interessanti e magari potresti riparlarmi nei prossimi giorni così sarò più attento”. Tenetevi larghi con i giorni, almeno rifiaterete un po'.

Strategia numero 2
Personalmente è quella che adotto e preferisco. Allora fissatelo/a in viso mostrandovi interessati, ogni tanto annuite e nel frattempo cantate mentalmente. Si, cantate. Scegliete le canzoni che volete, Cristina D'avena ad esempio ha fornito a tutta l'umanità un patrimonio inesauribile di canzoni-salvezza adattissime al caso. Da “Hello spank”, a “Magica Emi”, per non parlare poi di “Lady Oscar” che raggiunge anche dei climax notevoli. Vi assicuro che vi calmerà e non sentirete più quella voce acuta, vedrete solo una bocca che si muove. La renderete muta col solo potere di Cristina D'Avena.

Strategia numero 3
Se vi sembra brutto non ascoltare e vi sentite in colpa, allora consiglio un percorso più lungo. Yoga, sette anni in Tibet, seguite gli insegnamenti di Osho o Gurdjieff e isolatevi in qualche landa desolata del mondo, fate training autogeno o se siete Nerd, ricordatevi le parole di Obi-Wan Kenobi: “Usa la Forza, Luke”. E si riferiva a quella interiore!

Strategia numero 4
Se la mattina quando vi alzate vi accorgete di non essere troppo in forma e presagite che non sarete in grado di sopportarla e nemmeno di applicare le altre strategie. Volete un soluzione semplicissima? Puzzate. Si, avete capito bene: scegliete di puzzare. Scegliete il profumo più puzzolente che avete e mettetevelo. Pensate che non basti? Mangiate aglio. Se teneva lontano Dracula riuscirà ad allontanare anche un/a logorroico/a. Fidatevi, la puzza non perdona.
Facebook Twitter Google+ Pinterest

L'Oroscopo liberamente rivisitato di Bia…

Dimmi che segno sei e ti dirò come indossi la camicia ARIETE Ho massima stima per il tuo coraggio. Ma quando metti una camicia riponi la tua temerarietà in un angolo molto molto nascosto del tuo io...

Continua...

L'Italia che ha stile

Camicie memorabiliCi sono camicie bianche che non si dimenticano. Mi ricordo il senso di ammirazione che provavo da bambina quando guardavo le foto di mio padre da giovane. Non c'era foto dove non po...

Continua...

Quando la camicia bianca si fonde con l…

L'arte ha incontrato spesso la camicia bianca. David Lynch, forse più noto per i suoi film geniali e fortemente onirici, la indossa sempre quando dipinge. E non ha paura di sporcarla coi colori, anzi ...

Continua...

Non abbiate paura dei Boomerang

È  risaputo nella moda i trend sono come boomerang, percorrono una curva più o meno lunga a seconda della forza e del talento di chi li lancia. Nel caso in questione, mi riferisco alla tendenza c...

camicia maschile, Audrey Hepburn

Continua...

Chi sono i colletti bianchi?

Quando la camicia bianca è un privilegio Sapevi che... L'espressione “colletto bianco” proviene dall'inglese white-collar worker e si riferisce a quei lavoratori che svolgono dei lavori meno fisici ...

Continua...

Camicia bianca quanto ti ho odiata!

"Mi raccomando, metti la camicia bianca". Era il mantra di mia madre: prima di andare a messa (piccino picciò), a scuola, ai colloqui di lavoro, agli appuntamenti dei primi flirt, ai cortei del sabato...

Continua...

Le cose da evitare...

Ci sono 3 semplici regole da rispettare per essere degni della camicia.La camicia bianca non può assolutamente mancare nell'armadio maschile, è il passepartout che risolve sempre il problema del “cosa...

indossare una camicia, maglia della salute, stirare la camicia

Continua...

Ti senti nato con la camicia?

Si fa presto a scomodare la sfiga Amuleti, corni, coccinelle, scongiuri, talismani di giada, elefantini, braccialetti verdi, quadrifogli. Portafortuna personali, come una particolare maglietta o cam...

Continua...

Come stirare una camicia

Il solo pensiero di dover stirare una camicia spaventa, tanto che spesso si sceglie di affidarla a una lavanderia. C'è anche chi è talmente spaventato dall'impugnare un ferro da stiro che scoraggiato ...

stirare una camicia, comfort

Continua...

Star e camicia

La camicia ha un posto d'onore nella cinematografia. Molti sono i film cult che l'hanno avuta come protagonista, alcuni come presenza concreta, altri in cui appare di sfuggita, magari solo citata, ma ...

camicia bianca, divi

Continua...

E se il tuo capo fosse un gatto?

Storie di ordinaria follia in ufficio II capo elegge come impiegato del mese un topo di stoffa, riceve la nuova stampante e pensa bene di buttarla e tenere solo la scatola per ficcarsi dentro. Oppure...

Continua...

La cravatta: suggerimenti per l'uso

Durante il regno di Luigi XIII di Francia, alcuni soldati solevano portare un foulard annodato al collo per proteggersi dal freddo. Guarnigioni di provenienza croata sembrano aver introdotto questo ac...

Continua...

Parliamo di vestibilità...

Quando si compra una camicia, oltre a tenere conto dei dettagli estetici e pratici, occorrerebbe fare anche caso alla vestibilità della stessa, in relazione alle diverse corporature. Nella maggior pa...

Continua...

La camicia bianca nei cartoons

Sto facendo zapping in televisione e mi capita un episodio della famiglia Griffin. Toh, Peter Griffin indossa sempre una camicia bianca. Provo a sondare ulteriormente per curiosità. Anche Homer Simpso...

Continua...

I punti critici di una camicia

Che lo sfregamento renda a lungo andare liso un tessuto è un dato di fatto. Nella camicia maschile sono soprattutto 3 le zone più soggette a usura. Innanzitutto il collo, a prescindere dal suo tipo, d...

Continua...

L'eleganza è anche una questione di pols…

Nell'immaginario collettivo, il concetto dei gemelli è saturo di significati coesistenti e talora discordanti. La nascita di due creature uguali tra loro ha spesso dato spazio all'immaginazione. Tanto...

polsino, gemelli

Continua...

Renzi e Obama. Trova le differenze

Il Pinocchio svagato e il ragazzo pieno di speranze Il Premier Renzi segue le orme di Obama e sceglie di presentarsi al pubblico sempre con la camicia bianca, ma se affianchiamo le loro immagini c'è ...

Continua...

Back to the future: il 21 ottobre 2015 è…

Le profezie di Zemeckis sono state smentite ”Strade? Dove andiamo noi non ci servono strade!” con questa battuta di Doc si concludeva il primo episodio di Back to the future. Avevo sei anni quando l...

Continua...

Social

Seguici anche su

La spedizione è SEMPRE GRATUITA!

Ti offriamo noi le spedizioni
per ogni acquisto!

sped
×

Log in

fb iconLog in with Facebook