Star e camicia

Star e camicia

mw 1La camicia ha un posto d'onore nella cinematografia. Molti sono i film cult che l'hanno avuta come protagonista, alcuni come presenza concreta, altri in cui appare di sfuggita, magari solo citata, ma pur sempre lasciando un segno.
Questa sezione vuole essere speciale per la sua stessa costituzione, nasce infatti aperta ai vostri suggerimenti, pronta ad accoglierli per condividere e creare non solo una ricca raccolta, ma soprattutto una comunità attiva, fresca, coesa e acuta.
Chiamiamo in causa anche il vostro spirito critico! Perché attenzione: la camicia in un film non ha sempre lo stesso significato.
Tutti ricordano la camicetta bianca di Audrey Hepburn in Vacanze romane (1953) perché era con quel semplicissimo e classico indumento che la principessa Anna visitava la città eterna in sella ad una Vespa fuggendo per un po' dagli impegni reali.
È il 1956 e, con un successo che è già preannunciato, Camillo Mastrocinque regala alla storia del cinema Totò, Peppino e i fuorilegge che racconta di Antonio/Totò disoccupato di mezz'età che per uscire dalla sua condizione di difficoltà economica sposa Teresa, una donna ricca ma molto avara. La scena più celebre ed esemplificativa dell'avarizia di Teresa resta quella della camicia nuova che è evidentemente “mutilata”. Infatti, la donna, per risparmiare, pretendeva che il povero marito indossasse la stessa camicia per almeno due mesi e non contenta lo dotava di camicie fatte solo delle parti visibili che spuntavano dalla giacca (collo, polsini e pettorina).
A partire dal 1962 inizia la lunghissima saga di James Bond, l'agente segreto 007 creato dalla fantasia di Ian Fleming. Sono 24 i film che raccontano le avventure di questa fascinosa spia britannica e numerosi i grandi attori, come Sean Connery ad esempio, che hanno vestito i suoi eleganti panni: ineccepibile camicia bianca e smocking da gala.
Siamo nel 1972 quando la prima pellicola della trilogia de Il padrino inizia ad essere seguita dal vasto pubblico di cinefili. Un film di grandi numeri: tre Oscar come miglior film, miglior sceneggiatura non originale e miglior attore protagonista a Marlon Brando, dato per spacciato da una spietata Hollywood e rilanciato grazie al capolavoro di Coppola, ma è anche il film che fa da trampolino di lancio all'esordiente Al Pacino. Qui la camicia è sempre presente, accompagnata all'abito e maschera la criminalità, dando un'aria di tutto rispetto ai mafiosi per antonomasia, la famiglia Corleone.
La camicia bianca balla le memorabili canzoni di Ray Charles, Aretha Franklin, James Brown e altri giganti della musica. Veste John Belushi e Dan Aykroyd diventando una componente insostituibile dell'identità dei famosi Blues Brothers (1980), sempre in abito nonostante le rocambolesche avventure che li vedono protagonisti.
Nel 1983 esce nelle sale Risky Business, il film diretto da Paul Brickman entra a pieno titolo nella storia del cinema e consacra al successo un giovanissimo Tom Cruise. La scena più famosa dell'intero film è il ballo scatenato e liberatorio del nostro Tom sulle note di Old Time Rock. E tutti ricordano alla perfezione che non indossava i pantaloni, ma solo una camicia.
Sempre del 1983 è l'italianissimo Nati con la camicia film con il famoso duo comico Bud Spencer e Terence Hill. Qui la camicia compare solo nel titolo caricandosi di quel significato metaforico che la associa alla fortuna, difatti i due protagonisti, pur essendo semplicemente un camionista e un ventriloquo, si ritroveranno in una condizione decisamente fortunata.
Nel pieno degli anni 80', precisamente nel 1986, Adrian Lyne con Nove settimane e ½ porta definitivamente al successo i due attori protagonisti: Kim Basinger e Mickey Rourke. Tutti ricordano il film come un classico dell'erotismo, famosa la scena dello spogliarello della Basinger sulle note di You can leave your hat on di Joe Cocker. Ma quanti di voi ricordano quando l'affascinante attrice si presta a un divertente 'scambio di ruoli' vestendosi con abiti maschili: camicia bianca, smoking e baffi finti? Nessuno? Bene, rivedete il film.
Nel 1990 è tempo di un altro successo firmato da Martin Scorsese, ci riferiamo a Goodfellas che in Italia esce col titolo Quei bravi ragazzi. Altro cult sulla malavita in panni rispettabili, tanto per confermare il detto: “l'abito non fa il monaco”. Si, perché anche qui nonostante la candida camicia bianca e l'elegante abito i protagonisti sono tutt'altro che personaggi raccomandabili.
Sempre nel 1990 arriva nelle sale la storia della moderna Cenerentola per eccellenza. Qual'è? Pretty Woman, ovviamente. E quanti di voi ricordano che Vivian, la giovane prostituta che fa innamorare il miliardario Edward quando va a fare shopping con lui nelle boutique di lusso indossa una camicia bianca da uomo per nascondere la mise succinta che usava per adescare i clienti lungo il marciapiede?!
Quentin Tarantino noto per il suo inconfondibile stile che combina il montaggio ardito, veloce e spregiudicato alla sua sterminata cultura cinematografica, è il creatore del genere “pulp”, anche noto come “sangue e merda”. Arriva al successo con Le iene del 1992 e prosegue la sua scalata con Pulp fiction del 1994. In entrambi i film, ormai dei veri cult, i suoi personaggi hanno in bocca un linguaggio barocco, si dedicano alla violenza e non rinunciano mai alla camicia bianca. Pensiamo alla celebre scena dove Uma Thurman alias Mia Wallace vestita con una camicia bianca oversize balla un sensualissimo twist con John Travolta d'ispirazione tutta italiana.
In Charlie Wilson's war, film del 2007 diretto da Mike Nichols è celebre la scena dove un'irresistibile Emily Blunt scende le scale indossando esclusivamente una camicia bianca allo scopo di sedurre Tom Hanks nei panni dell'imprenditore Charlie Wilson, fornitore di armi in Afghanistan.
La trasgressione è il tema del film tormentone 2015 Cinquanta sfumature di grigio e i suoi protagonisti impegnati a tempo pieno in pratiche bondage indossano spesso e volentieri la camicia bianca, come per creare un contrasto ancora più forte tra l'identità libertina dei protagonisti e il candore e la purezza dei loro abiti. Il risultato della combinazione? Un ovvio rafforzamento della provocazione.
Facebook Twitter Google+ Pinterest

L'Oroscopo liberamente rivisitato di Bia…

Dimmi che segno sei e ti dirò come indossi la camicia ARIETE Ho massima stima per il tuo coraggio. Ma quando metti una camicia riponi la tua temerarietà in un angolo molto molto nascosto del tuo io...

Continua...

L'Italia che ha stile

Camicie memorabiliCi sono camicie bianche che non si dimenticano. Mi ricordo il senso di ammirazione che provavo da bambina quando guardavo le foto di mio padre da giovane. Non c'era foto dove non po...

Continua...

Quando la camicia bianca si fonde con l…

L'arte ha incontrato spesso la camicia bianca. David Lynch, forse più noto per i suoi film geniali e fortemente onirici, la indossa sempre quando dipinge. E non ha paura di sporcarla coi colori, anzi ...

Continua...

Non abbiate paura dei Boomerang

È  risaputo nella moda i trend sono come boomerang, percorrono una curva più o meno lunga a seconda della forza e del talento di chi li lancia. Nel caso in questione, mi riferisco alla tendenza c...

camicia maschile, Audrey Hepburn

Continua...

Chi sono i colletti bianchi?

Quando la camicia bianca è un privilegio Sapevi che... L'espressione “colletto bianco” proviene dall'inglese white-collar worker e si riferisce a quei lavoratori che svolgono dei lavori meno fisici ...

Continua...

Camicia bianca quanto ti ho odiata!

"Mi raccomando, metti la camicia bianca". Era il mantra di mia madre: prima di andare a messa (piccino picciò), a scuola, ai colloqui di lavoro, agli appuntamenti dei primi flirt, ai cortei del sabato...

Continua...

Le cose da evitare...

Ci sono 3 semplici regole da rispettare per essere degni della camicia.La camicia bianca non può assolutamente mancare nell'armadio maschile, è il passepartout che risolve sempre il problema del “cosa...

indossare una camicia, maglia della salute, stirare la camicia

Continua...

Ti senti nato con la camicia?

Si fa presto a scomodare la sfiga Amuleti, corni, coccinelle, scongiuri, talismani di giada, elefantini, braccialetti verdi, quadrifogli. Portafortuna personali, come una particolare maglietta o cam...

Continua...

Come stirare una camicia

Il solo pensiero di dover stirare una camicia spaventa, tanto che spesso si sceglie di affidarla a una lavanderia. C'è anche chi è talmente spaventato dall'impugnare un ferro da stiro che scoraggiato ...

stirare una camicia, comfort

Continua...

E se il tuo capo fosse un gatto?

Storie di ordinaria follia in ufficio II capo elegge come impiegato del mese un topo di stoffa, riceve la nuova stampante e pensa bene di buttarla e tenere solo la scatola per ficcarsi dentro. Oppure...

Continua...

Usa la forza, Luke

Com'è la vostra giornata in ufficio? Solita routine? Telefono assassino che squilla a oltranza, palpebre aperte grazie a due pezzi di scotch, miliardi di caffè che immancabilmente attentano alla vost...

Continua...

La cravatta: suggerimenti per l'uso

Durante il regno di Luigi XIII di Francia, alcuni soldati solevano portare un foulard annodato al collo per proteggersi dal freddo. Guarnigioni di provenienza croata sembrano aver introdotto questo ac...

Continua...

Parliamo di vestibilità...

Quando si compra una camicia, oltre a tenere conto dei dettagli estetici e pratici, occorrerebbe fare anche caso alla vestibilità della stessa, in relazione alle diverse corporature. Nella maggior pa...

Continua...

La camicia bianca nei cartoons

Sto facendo zapping in televisione e mi capita un episodio della famiglia Griffin. Toh, Peter Griffin indossa sempre una camicia bianca. Provo a sondare ulteriormente per curiosità. Anche Homer Simpso...

Continua...

I punti critici di una camicia

Che lo sfregamento renda a lungo andare liso un tessuto è un dato di fatto. Nella camicia maschile sono soprattutto 3 le zone più soggette a usura. Innanzitutto il collo, a prescindere dal suo tipo, d...

Continua...

L'eleganza è anche una questione di pols…

Nell'immaginario collettivo, il concetto dei gemelli è saturo di significati coesistenti e talora discordanti. La nascita di due creature uguali tra loro ha spesso dato spazio all'immaginazione. Tanto...

polsino, gemelli

Continua...

Renzi e Obama. Trova le differenze

Il Pinocchio svagato e il ragazzo pieno di speranze Il Premier Renzi segue le orme di Obama e sceglie di presentarsi al pubblico sempre con la camicia bianca, ma se affianchiamo le loro immagini c'è ...

Continua...

Back to the future: il 21 ottobre 2015 è…

Le profezie di Zemeckis sono state smentite ”Strade? Dove andiamo noi non ci servono strade!” con questa battuta di Doc si concludeva il primo episodio di Back to the future. Avevo sei anni quando l...

Continua...

Social

Seguici anche su

La spedizione è SEMPRE GRATUITA!

Ti offriamo noi le spedizioni
per ogni acquisto!

sped
×

Log in

fb iconLog in with Facebook